Lunedì 15 agosto 2022

Andrea Chimenti e la sua arte a Serravalle Rock

Versione stampabileInvia per emailVersione PDF
andrea_chimenti_ph._antonio_de_sarno.jpg

La serata conclusiva di Serravalle Rock vedrà la partecipazione di uno dei più importanti cantautori italiani.
 
Andrea Chimenti inizia il suo percorso musicale nei primi anni ‘80 con i Moda, nel momento di maggiore splendore della scena new wave fiorentina. Album come ‘Bandiera’, ‘Canto Pagano’ (prodotto da Mick Ronson) e ‘Senza Rumore’ sono diritto nella storia della musica italiana. Dal ‘92 Chimenti ha intrapreso una carriera solista straordinaria, che lo ha visto sperimentare col teatro, la scrittura (di recente ha pubblicato la raccolta di racconti inediti ‘L’organista di Mainz’) e le poesie di Ungaretti (‘Il Porto Sepolto’). ‘La maschera del Corvo Nero’, realizzato con Gianni Maroccolo e Francesco Magnelli dei Liftiba, e ‘L’Albero Pazzo’, prodotto dal Consorzio Produttori Indipendenti, sono stati accolti con entusiasmo dalla critica per la profondità delle liriche e la bellezza sconvolgente del cantato.
 
Nel 2014 ha pubblicato il romanzo ‘Yuri’, che l’anno successivo è diventato un bellissimo disco, e nel 2016 ha cantato nel progetto live di Gianni Maroccolo “Nulla è Andato Perso”. Nell’ottobre 2017, Contempo Records ha distribuito ‘Andrea Chimenti canta David Bowie’, testimonianza di un lungo tour in omaggio all’indimenticato autore di ‘The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars’.
 
A Novembre 2021 è uscito ‘Il Deserto La Notte Il Mare’ (Vrec), indicato da Classic Rock tra i dischi dell’anno e impreziosito dalla presenza di ospiti illustri quali David Jackson dei Van Der Graaf Generator, Antonio Aiazzi e Ginevra Di Marco.
 
“Il deserto la notte e il mare sono tre luoghi simbolo di questo momento storico dove l'uomo ha dovuto combattere per sopravvivere. Tre luoghi attraversati da migliaia di uomini in fuga anche oggi, ma anche tre condizioni dell'anima che ognuno di noi si trova a dover attraversare prima o poi - afferma Chimenti - "Il deserto" è quello culturale che ci circonda, ma anche il luogo dove si è condotti per un nuovo inizio, dove l'aridità e l'inospitalità ci costringono a guardarci dentro. "La Notte" è l'oscurità che sgorga dall'uomo, l'incubo dell'esistenza. "Il Mare" è elemento di vita e di morte, per molti una distanza da colmare tra il deserto e le montagne, tra il sogno e la fine. Il mare come abisso, profondità che temiamo di scandagliare, che ci attrae e ci intimorisce allo stesso tempo. Tutto è ricondotto al tema principale del disco: il viaggio, interiore e non solo, e dove la salvezza può essere la spiritualità”.
 
Così la webzine Suffissocore ha definito ‘Il Deserto La Notte Il Mare’: “..un album di rara bellezza, molto arrangiato, pieno di strumenti ma con lo spazio di frequenze necessario per far risaltare il cantato. Un album in grado di alimentare i nostri sogni e segnare un ulteriore momento di svolta per la scena del nostro Paese.”
 
Andrea Chimenti salirà sul palco della Rocca di Castruccio domenica 31 luglio.
 

Ufficio di riferimento: 

Cultura

Indirizzo: 

Via Garibaldi, 54 Serravalle Pistoiese (PT)

Orario: 

Dal Lunedì al Venerdì dalle 8.30 alle 13.00
Il Martedi pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00

Telefono: 
0573 917218
Fax: 
0573 51064
Responsabile: 
Istruttore Amministrativo
Daniele Benedetti
Telefono:
0573 917208