Martedì 4 agosto 2020

L'Assessore Querci difende l'operato della Polizia Municipale

Versione stampabileInvia per emailVersione PDF
Giovedì 28 Febbraio 2013
La vice sindaco Simona Querci

L’Assessore alla Polizia Municipale, Simona Querci, interviene sulla vicenda delle multe in via Fratelli Cervi, a Casalguidi, per difendere l’operato della Polizia Municipale di Serravalle Pistoiese: “Il mio appoggio è stato immediato – spiega la Querci, che è anche il vice sindaco - Ho voluto attendere la conclusione delle elezioni per un comunicato ufficiale al riguardo, affinché le mie considerazioni sui fatti e il mio apprezzamento ai nostri agenti non fossero strumentalizzati in alcun modo, mescolandosi nei dibattiti preelettorali”.
L’Assessore entra nel merito della vicenda e dice: “Se qualche volta, una multa può sembrare “di poco buon senso”, di nessun senso civico è l’atteggiamento di chi non rispetta le regole. Quindi, la figura del cittadino “vendicatore” che coglie i vigili urbani “con le mani del sacco”, perché stanno facendo una multa a chi non ha rispettato il codice della strada, onestamente mi sembra singolare”.
Poi puntualizza che: “Per ristabilire la verità dei fatti accaduti in via F.lli Cervi è già intervenuto il Comandante, Claudio Nardi. Nel ribadire la verità sull’accaduto – precisa l’Assessore - credo sia anche doveroso farvi sapere che ho già confermato alla nostra Polizia Municipale il mio personale apprezzamento per il lavoro che quotidianamente svolgono, con equilibrio, imparzialità e solerzia, sempre nell’interesse dei cittadini di Serravalle Pistoiese”.
L’assessore esprime anche un suo: “profondo convincimento: da parte di tutti noi occorre sempre avere un grande rispetto per chi deve, spesso fra molte difficoltà, tutelare l’ordine pubblico”. Per questo, continua: “Mi sento in dovere di difendere la solerzia e la correttezza dell’operato dei nostri agenti. Tutti noi – evidenzia la Querci - dobbiamo tenere sempre ben presente il vasto territorio che si trovano a coprire, a fronte di un organico dimensionato esclusivamente in base al numero di abitanti”.
Querci fa poi un’osservazione: “Prendere una multa non fa piacere a nessuno, ma è necessario mantenere sempre il giusto senso civico, accettando, nel nostro stesso interesse, di essere “ripresi” quando, anche solo per distrazione, si contravviene alla legge. Perché è quella stessa legge – incalza - che ci permette di convivere in modo ordinato e rispettoso con gli altri”.
Infine, l’Assessore Querci conclude, dicendo: “Io credo sia dannoso per tutti noi minare la fiducia nei confronti di chi ha il compito di tutelare l’intera comunità. E sono convinta che il non riconoscere i meriti della nostra Polizia Municipale sia profondamente ingiusto”.

L’Ufficio Stampa