Martedì 19 ottobre 2021

Comune, meno sprechi con l'estensione della firma digitale

Versione stampabileInvia per emailVersione PDF
Martedì 26 Marzo 2013
Una pila di fogli di carta: immagine di repertorio

Un salto nel futuro quello che l’Amministrazione Comunale di Serravalle Pistoiese ha fatto sabato 23 marzo, adottando la firma digitale per le delibere di Giunta e del Consiglio Comunale; questo, per esempio, consentirà un sensibile abbassamento nel consumo della carta, pari a circa 2mila 760 fogli all’anno. “La procedura vorremmo estenderla anche a tutte le determine dei funzionari, che attualmente sono composte di circa tre pagine ciascuna, e si stampano in triplice copia – spiega l’Assessore all’Informatica e all’Ambiente, Luca Santucci – Quando ci sarà questo ulteriore passaggio saranno circa 9 mila pagine in meno stampate”. E quindi, in un anno “a pieno regime”, non saranno più consumati quasi 12 mila fogli di carta.
Che cosa comporta questo cambiamento? Risparmio e ottimizzazione delle procedure, senza ulteriori costi per il Comune. Ci sarà, infatti, una riduzione sia nel consumo di carta, sia nella produzione di carteggi amministrativi ma sempre garantendo l’integrità dei documenti, il loro salvataggio e la loro conservazione. Tutto questo, senza spese aggiuntive, in quanto la tecnologia necessaria era già in dotazione del Comune visto che è da tempo obbligatoria la firma digitale per alcuni adempimenti.

Con questo provvedimento, fortemente voluto dal sindaco e assessori, l’Amministrazione Comunale di Serravalle Pistoiese ha esteso l’utilizzo della firma digitale, dando così una decisa sterzata verso quella riorganizzazione strutturale e gestionale richiesta dal Ministero della Funzione Pubblica. Il Nuovo Codice dell’Amministrazione Digitale, in vigore dal 2011, ha cercato di promuovere “il migliore e più esteso utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione” per ottenere “effettivi risparmi derivanti dalla razionalizzazione” nonché un abbassamento dei costi e dell’economie.

Per fare un esempio: vengono consumati circa 4 fogli di carta per stampare ogni delibera. Questa deve essere riprodotta in tre copie, quindi, alla fine, abbiamo consumato 12 fogli di carta.
Dato che annualmente, in media, le delibere di giunta sono 150, mentre quelle del consiglio sono 80, alla fine si saranno consumati 2mila 760 fogli di carta. Oltre a questo consumo, va considerato anche quello del toner della stampante, le cartelline per l’archiviazione…

Con la nuova procedura, ciascun documento continua ad essere firmato da Sindaco e Segretario Comunale, ma non più su un foglio di carta. Grazie ad una speciale chiavetta personalizzata, Sindaco e Segretario appongono direttamente la firma digitale sul documento in formato elettronico.

Anche la conservazione dei documenti viene potenziata: tutti saranno conservati su dei server secondo le regole programmatiche del DPS (Documento programmatico sulla sicurezza) adottato dalla Giunta il 30 marzo 2010. Non sarà più necessario occupare ampi locali del palazzo comunale per la loro archiviazione. Naturalmente, tutti gli atti amministrativi continuano ad essere pubblici, e vengono affissi sull’Albo Pretorio on line, come la legge impone.

L’Ufficio Stampa
 

Ufficio di riferimento: 

Segreteria Generale e Segreteria del Sindaco

Indirizzo: 

Via Garibaldi 54, Serravalle Pistoiese - Palazzo Comunale

Orario: 

Dal Lunedì al Venerdì dalle 8.30 alle 13.00
Il Martedi pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00

Telefono: 
0573 917218
Fax: 
0573 51064
Responsabile: 
Istruttore Amministrativo
Daniele Benedetti
Telefono:
0573 917208