Giovedì 24 ottobre 2019

BONUS NIDO 2019

Versione stampabileInvia per emailVersione PDF
Sabato 29 Dicembre 2018

Bonus asilo nido 2019: l’assegno erogato dall’INPS.

A partire dal 1 gennaio 2019 rimarranno inalterate le regole per fare domanda all’INPS, fatto salvo eventuale innalzamento di contributo stabilita a livello nazionale.

Proprio l’Istituto, negli scorsi giorni, aveva reso nota una novità in ottica di semplificazione della procedura per ottenere il bonus nido: sarà possibile inviare i documenti che attestano il sostenimento della spesa tramite l’App INPS.

Bonus asilo nido 2019:

Per ricevere l’assegno mensile occorre produrre la certificazione di avvenuto inserimento e frequenza al nido, a cura dell’ufficio competente, ed è necessario trasmettere le ricevute di pagamento, oppure la fattura o il bollettino bancario o postale dell’avvenuto pagamento della retta.

A tal proposito, inoltre, c’è un’altra importante novità da segnalare: l’INPS, con il messaggio n. 4464 dello scorso 28 novembre 2018, ha avviato una procedura di semplificazione per l’invio della documentazione necessaria per fruire del bonus asilo nido, che potrà essere trasmessa anche tramite l’applicazione INPS mobile qualora in possesso delle credenziali per l’accesso ai servizi online.

Bonus asilo nido 2019: requisiti per fare domanda

Ad oggi, per fare domanda e richiedere il bonus asilo nido 2019 non è necessario rispettare limiti di reddito e presentare il modello ISEE.

Sono tuttavia previsti specifici requisiti per averne diritto, tra questi l’età del figlio, che dovrà essere compresa tra gli 0 e i 3 anni.

Sono due le modalità di accesso al contributo: può essere richiesto per il pagamento delle rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati o per forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.

ll  bonus asilo nido, così come il contributo di per il sostegno presso il proprio domicilio potrà essere richiesto da tutti i genitori italiani, comunitari e stranieri in possesso di permesso di soggiorno.

Sono escluse dal rimborso le spese sostenute per i servizi educativi integrativi all’asilo nido (es.
ludoteche, spazi gioco, spazi baby, pre-scuola, etc.).

Nel caso in cui si intenda accedere al bonus in oggetto il richiedente dovrà evidenziare in domanda se l’asilo nido frequentato dal minore sia pubblico o privato autorizzato e indicare, in tal ultimo caso, oltre alla denominazione e al codice fiscale della struttura, anche gli estremi del provvedimento autorizzativo.

Nel caso di richiesta di contributo per l’assistenza presso il proprio domicilio è necessario presentare certificato medico del pediatra che attesti la grave patologia.

La domanda per richiedere il bonus asilo nido dovrà essere presentata all’Inps dal genitore a cui è intestata la spesa, nel caso in cui il contributo sia richiesto per pagare la retta del nido, oppure dal genitore che dimora con il figlio e che risiede nello stesso Comune per il contributo all’assistenza domiciliare.
 

Documenti allegati: 
Ufficio di riferimento: 

Pubblica Istruzione e Servizi Educativi

Indirizzo: 

Piazza Gramsci 10, Casalguidi - Palazzo Comunale

Orario: 

Dal Lunedì al Venerdì dalle 8.30 alle 13.00
Il Martedi pomeriggio, dalle 15.00 alle 17.00

Telefono: 
0573 917421
Cellulare: 
335 7981852
Fax: 
0573 918078
Responsabile: 
Istruttore Direttivo Servizi Educativi
Patrizia Gaggioli
Telefono:
0573 917433