Lunedì 3 agosto 2020

Francini, la stagione chiude nel ricordo del "Signor G"

Versione stampabileInvia per emailVersione PDF
Giorgio Gaber

Nel decennale dalla scomparsa del grande artista, Domenica 21 Aprile, alle ore 21, la Produzione energiEmergenti propone “Gaber, io e le cose”. Un’idea di Maria Laura Baccarini e Elena Torre, testi di Giorgio Gaber e Sandro Luporini. Con Maria Laura Baccarini e Regis Huby al violino e la regia Maria Laura Baccarini e Elena Bono.

La prevendita di effettua da Lunedì 14 Aprile presso la Biblioteca Eden di Casalguidi (0573 - 917414 biblioteca@comune.serravalle-pistoiese.pt.it) e la biglietteria del Teatro Manzoni di Pistoia (0573 991609 – 27112 www.teatridipistoia.it).

Anche per quest’anno rimangono invariati i prezzi dei biglietti:
-11,00 per gli spettacoli serali
-5,00 per quelli dei bambini.

La stagione del Francini si chiude nel ricordo del grande Giorgio Gaber, di cui ricorre nel 2013 il decennale della scomparsa. Maria Laura Baccarini, star del musical, artista eclettica ed ironica(già ospite delle stagioni ATP con una serata dedicata a Cole Porter) presenta sabato 21 aprile (ore 21), il recital di teatro e musica, Gaber, io e le coseriproponendone i più grandi successi.

Con lei, sul palco, Régis Huby, brillante compositore e violinista, che cura anche tutti gli arrangiamenti e firma anche le musiche originali dello spettacolo con un impatto sonoro di grande ricchezza.

“Il titolo di questo spettacolo, Gaber, io e le cose, oltre a citare la mia canzone preferita, dice in sintesi quello che Gaber rappresenta per me… Attraverso le parole, scritte da lui insieme all’inseparabile Sandro Luporini, metto a nudo l’essere umano dei nostri tempi, il suo cuore, la sua identità persa e ritrovata analizzando in modo un po’ spietato lesue responsabilità … c’è la mia vita, la mia coscienza, la mia speranza… la fede nell’ ‘UOMO’ nonostante tutto… Nella bellissima canzone Il dilemmaparlando dell’uomo e della donna dice: ‘LUI parlava quasi sempre, di speranza e di paura come l’essenza della sua immagine futura E coltivava la sua smania, e cercava la verità LEI lo ascoltava in silenzio, LEI forse ce l’aveva già …’. Ecco perché credo che una voce “femminile” per le parole di Gaber sia lontano dall’essere un controsenso…
(Maria Laura Baccarini).
 

Ufficio di riferimento: 

Biblioteca Comunale

Indirizzo: 

Piazza Vittorio Veneto - Casalguidi

Orario: 

Invernale
Dal Lunedì al Venerdì, ore 14.30 - 19.00
Sabato, ore 08.30 - 13.00

Estivo
Lunedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì e Sabato, ore 8.30 - 13.00
Martedì, ore 14.30 - 19.00

Telefono: 
0573 917414
Fax: 
0573 918083
Responsabile: